La sindrome di Tourette è appunto una sindrome, quindi una somma di correlati sintomatologici, troppe volte trattata come malattia e come causa dei sintomi stessi. L’autore, che si è occupato per molti anni di autismo e di disturbi pervasivi dello sviluppo, chiarisce l’illogicità di considerare un sintomo come causa di se stesso e propone un approccio abilitativo fondato sul neuro-sviluppo e sulla riabilitazione senso-motoria, un approccio da lui definito di neuro-educazione. In questo quadro sindromico è importante, sostiene l’autore, che ogni intervento si origini dalla comprensione del senso e dell’utilità che le diverse manifestazioni, tra le quali vi sono i tic, hanno per il sistema nervoso in ogni singola persona . L’autore non tratta della sola cura, non manca infatti di affrontare le implicazioni esistenziali di questa sindrome, gli aspetti di vantaggio che essa può procurare per iper-compensazione e trae da essa diversi elementi da afferire alla “comprensione della natura umana in generale”, com’era nell’auspicio del grande neuro-psicologo sovietico Alexsander Lurija. Clicca qui per l’acquisto