Il ruolo della musica

Il ruolo della musica 2015-04-10T21:13:57+00:00

Un primo stimolo per riflettere
sul ruolo della musica

Silvia Bencivelli
“Perché ci piace la musica: orecchio emozione evoluzione”

Da sempre potremmo dire l’uomo ha tentato di comprendere la natura della musica e le spiegazioni metafisiche hanno lungamente prevalso: ad esempio “anima del mondo” o imitazione delle perfezioni del creato. La musica (o più genericamente il suono) era presso molte culture un a-priori, legato all’essenza primitiva delle cose; pensiamo ad esempio al “grido” del dio egizio Thot, o al “verbo” dei cristiani. Goethe la considerava la più sublime tra le arti, in quanto libera da qualunque rapporto con la materia. I nostri quesiti sono diversi e tra questi: perché ci piace? Darwin provò a dare una risposta non filosofica né religiosa: la musica o meglio il canto, avrebbe a che vedere con la verbalizzazione. La musica, più ingenerale, sarebbe stata utilizzata in origine per comunicare emozioni; avrebbe un valore adattativo; sarebbe una delle forme espressive affermatisi nel corso dell’evoluzione, in quanto favorenti la socializzazione.

Accesso Riservato ai soci!

ISCRIVITI per leggere il testo integrale.

Clicca qui per associarti.