Comunicazioni importanti

///Comunicazioni importanti

Comunicazioni importanti
inerenti il Convegno
del 21/06/2008

G.Morciano e M.Bortolato

[hidepost]

—– Original Message —-

From:”gmorciano@sindromeditourette.it”

<gmorciano@sindromeditourette.it>

To: Marco Bortolato

<marco_bortolato@yahoo.com>

Sent: Saturday, June 21, 2008

9:25:10 AMSubject: Convegno

Caro Marco,

che ti devo dire un

convegno organizzato proprio male, se ti può consolare

siamo rimasti in pochi (30 persone) sotto un tendone con 40

gradi circa, e tanta scienza sprecata perché non funzionava

l’impianto di registrazione e quindi gli interventi non si

possono diffondere. Simona si é limitata ad invitare le

persone mentre di tutta l’organizzazione doveva occuparsene

il Comune. Pensa che ho provato ad offrire l’aiuto tecnico

di AST ma é stato rifiutato, ho allora dato loro tutta la

task analisys dell’iscrizione a adobe-connect ma sembra che

i “tecnici” si siano persino offesi e mi hanno detto che

“sapevano loro come fare”. Aggiungi: aria condizionata non

funzionante, tendone che cuoceva il cibo freddo esposto per

il pranzo con relativo svolazzare di mosche e proteste di

mio figlio (che ho dovuto portare in pizzeria), Parisi

fermo da un ora in aeroporto(con cravatta e 40 gradi)

senza che nessuno lo andasse a prendere, Chiara col

pancione etc. etc. Insomma peggio non poteva andare…ma il

massimo é stato proprio il tuo collegamento con skype,

soprattutto perchè il nostro gruppo era in forte attesa di

conoscere quei contenuti. Ho ripreso io come potevo nel mio

intervento la storia di Cage e le ricerche sulla corteccia

orbitofrontale e in generale prefrontale derivate, compreso

le ricerche di Lurija..per le mie competenze (scarse) ho

anche raccontato qualcosa del dridrotestosterone (come

modulatore) e detto qualcosa del finasteride. Spero di non

aver ti fatto sfigurare. Molto del mio intervento si é

basato sulle ricerche di Merzenich (che poi ha ripreso

anche Parisi) e Ramachandran, che non mi stupirei se tu mi

dicessi di conoscerli dipersona. Interessante l’intervento

di Zuddas che però, a mio parere, si é soffermato un po’

troppo sulle tecniche comportamentali in uso (anche) nell’

ADHD, peccato tu non abbia potuto ascoltare gli interventi

di Parisi e Buonomo…poi mancava la registrazione ed

essendoci noi fidati non abbiamo portato nulla…insomma

perso tutto. Non parteciperò più ad un convegno organizzato

da altrise non vengo informato al dettaglio

dell’organizzazione! E’ stato per me e per noi motivo di

grande soddisfazione constatare il tuo uso del logo AST.

Le donne di AST mi segnalano che sei un po’ ingrassato.

Un caro saluto e grazie ancora

Gianfranco

—– Original Message —–

Da : Marco Bortolato <marco_bortolato@yahoo.com>

A : “gmorciano@sindromeditourette.it”

<gmorciano@sindromeditourette.it>

Oggetto : Re: Convegno

Data : Sat, 21 Jun 2008 10:15:33 -0700 (PDT)

Ciao Gianfranco, in effetti sono un po’ ingrassato (come si

dice qui, blame the weather…)! Si, conosco bene

Ramachandran (lavora a San Diego), pensa che l’ho visto di

recente ad un pranzo insieme anche a Larry Cahill e James

McGaugh , in cui si e’ proprio parlato dei legami tra

ipermnesia e disturbo ossessivo-compulsivo. Ovviamente mi

ha fatto piacere partecipare (e non c’erano dubbi che

avrei utilizzato anche il simbolo dell’associazione!!!!),

per quanto fossi un po’ assonnato (e non so quanto

coerente) e l’intervento si sia troncato proprio quando

stavo per iniziare a presentare le cose piu’ succose.Mi e’

soprattutto spiaciuto non potervi mostrare alcune delle

cose che facciamo qui a USC, anche perche’ si tratta di un

filone parallelo rispetto agli studi sugli androgeni, ma,

a mio modo di vedere, estremamente interessante per capire

le interazioni geni/ambiente nelle malattie dell’impulso.

Ci siamo recentemente resi conto che eccessiva serotonina

in corteccia orbitofrontale porta (dopo i 3-4 anni di vita)

ad una soppressione del pruning delle cellule piramidali,

con sviluppo successivo di impulsivita’ e compulsivita’.

Si tratta di una scoperta probabilmente importante, che

potrebbe avere conseguenze profonde anche sull’autismo (da

qui anche il meeting con Ramachandran). A questo punto

ipotizziamo che uno dei fattori che potrebbe alterare i

mirror neurons sarebbe dato dall’eccessiva arborizzazione

dendritica data da alti livelli di serotonina nella fase

preadolescenziale. La cosa sembra avere collegamenti anche

con il wiring dei circuiti

neuroeconomici in corteccia orbitofrontale e quindi con

la comparsa di tratti compulsivi ed impulsivi.Stiamo

inoltre intuendo in che senso debbano essere comprese le

predisposizioni genetiche e l’importanza dell’ambiente

nell’eta’ infantile per la loro manifestazione fenotipica.

Ad ogni modo, conta pure su di me qualora voleste

riorganizzare. Se vuoi, magari possiamo organizzare una

registrazione di questo materiale in una prossima

occasione, o posso magari anticipare qualcosa nel forum

(sebbene certe questioni necessitino indubbiamente di

materiale audiovisivo per essere meglio comprese).

Nonostante gli impegni siano stati immani negli ultimi

mesi, l’idea del libro sulla sindrome di Tourette sta

andando avanti. In questi mesi (anche in occasione

dell’intervista su Airone) ho avuto modo di leggere i

libri di Lowell Handler e Nick Van Bloss sulla sindrome, e

mi hanno dato spunti interessanti. Indubbiamente un testo

completo sulla sindrome manca in Italia, e mi farebbe

molto piacere portare a conclusione un’ opera di questo

genere, ovviamente lasciando tutti gli eventuali profitti

proprio all’associazione.Attendo un tuo feedback,

A presto

Marco

—– Original Message —-

From:”gmorciano@sindromeditourette.it”

To: Marco Bortolato<marco_bortolato@yahoo.com>

Sent: Saturday, June 21, 2008 10:22:32 pm

Oggetto: Re: Convegno

Caro Marco,

sono sempre ammirato per le cose che fai e di cui mi

scrivi…se ho capito bene si parla del pruning dei

dendriti….in età preadolescenziale e solo per la

corteccia orbitale. Può questa cosa avere anche a che fare

con l’aumento dei tic motori semplici quando si assumono

farmaci SSRI (mi sono sempre domandato perché nei

tourettici accade questo)? In effetti la serotonina é

anche un eccitante.

Senti, non riusciresti a scrivere qualcosa di quello che mi

hai detto ora e che avresti voluto presentare nel convegno?

Anche un semplice abstract potrebbe servire, lo metteremmo

direttamente sul sito (oltre che ovviamente sul forum)…il

sogno sarebbe una video ripresa (anche solo con webcam), da

trasformare in un CD da inviare ai soci, sarebbe un grande

aiuto per AST. Va bene rifare l’esperienza via web, con

adobe-connect questa volta, e registrare almeno i quattro

interventi nostri.

Si tratta di trovare una data ed un orario a te comodi

(intanto invio questa mail anche a Parisi e Buonomo).

Comunque ancora una volta devo esprimerti la mia gratitudine

per la tua disponibilità e per la tua preziosa

partecipazione ad AST, e grato sono pure a chi ha permesso

il nostro incontro.

Ciao

Gianfranco

PS Ramachandran in rapporto con un membro staff di AST, non

posso crederci! Hey, mi risulta che lui non ami i convegni e

che dica (riferisce Doidge) che il ricercatore serio deve

andare in direzione contraria a quella dei convegni, non

seguire le mode. In una qualche misura é ciò che sta

facendo AST.

[/hidepost]

By | 2016-11-13T17:30:44+00:00 giugno 22nd, 2008|Categories: News|Commenti disabilitati su Comunicazioni importanti

About the Author: