AST-SIT – Incontro informativo

//AST-SIT – Incontro informativo

Milano – 18 Ottobre 2008
Incontro informativo
sull’organizzazione neurologica e
sulle difficoltà di apprendimento
per genitori, educatori, terapisti

walden-scritta.jpg walden logo

Sabato 18 Ottobre dalle ore 14:30 presso la sede:

Cooperativa Mosaico “Il Giardino del Villaggio”
Via Manzoni – 20090 Rovagnasco Segrate.

Questo incontro informativo è stato pensato per far conoscere a genitori e professionisti di bambini con Difficoltà di Apprendimento un nuovo approccio per poter fronteggiare tali problematiche.

In Inghilterra già negli anni ’70 sono stati fatti studi e pubblicazioni per approfondire da un punto di vista organico problematiche normalmente affrontate secondo un’ottica psicologica. Tali studi hanno evidenziato come alla base di queste Difficoltà ci sia un Ritardo nello Sviluppo Neurologico che, tra le sue determinanti, potrebbe avvalorare la presenza di Riflessi Primitivi. Essi, fondamentali durante la gravidanza e nei primi mesi di vita, se permangono posso creare forti disagi vestibolari, attentivi e di concentrazione. Difficoltà nella grafia, nell’organizzazione logico-astratta del discorso, nella lettura, nel calcolo possono essere ad essi collegati. Obiettivo di questo incontro è di divulgare informazioni su questo approccio che può contribuire al miglioramento e/o superamento dei Problemi di Apprendimento che sempre più spesso si riscontrano negli studenti di oggi e provare così a dare una risposta a molte domande aperte.

Parteciperanno Gianfranco Morciano dello Staff scientifico AST-SIT e membri dello Staff degli Istituti Fay.

Si sottolinea, infine, che l’incontro sarà del tutto gratuito.

AST-SIT e CENTRO WALDEN SEGRATE

Relazione di accompagnamento all’invito alle due iniziative di settembre e dicembre.

La disabilità è fronteggiata, da parte della maggior parte degli operatori socio-sanitari, per lo più secondo modelli di intervento mono-direzionali, cioè con interventi di psicoterapia o psico-educazione da una parte, e dall’altra con separati approcci psichiatrici, biologici e psico-farmacologici, modelli che spesso non si incontrano.

A questo si aggiunge il fatto che negli ultimi decenni una conseguenza della predisposizione di checklist mirate ad individuare precise sindromi ha indotto una tendenza generale a considerarle come delle condizioni separate, come se la denominazione sindromica più che identificare una classe di sintomi o di comportamenti (come dovrebbe essere) fosse una vera e propria malattia, causa e non conseguenza dei danni che li determina. Così sono stati trattati sintomi quali il deficit attentivo, che è divenuto una sindrome in sé, o sintomi quali i disturbi specifici dell’apprendimento (dislessie e disgrafie) interpretati come malattia e non come conseguenza di difetti di organizzazione neurologica anche diversi. Non diverso sarebbe il discorso sugli autismi, la sindrome di Tourette, eccetera.

E’ come se un medico attribuisse la causa della tosse alla tosse stessa, giusto per dare un nome a classi comportamentali ma risulta disorientante (specie per le famiglie) confondere i sintomi con le cause.

Questa estrema separazione delle condizioni patologiche e dei trattamenti ha reso più difficile, a nostro parere, il lavoro interdisciplinare.

AST-SIT e Centro Walden di Segrate , per meglio improntare interventi di carattere multimodale operano nel superamento di questi steccati e di questo riduzionismo metodologico, consci che l’intervento dovrebbe essere calibrato in un equilibrio di approcci che corrisponda alle caratteristiche e all’individualità del soggetto in carica.

E’ poi nostro desiderio contribuire a fare cultura e stimolare il confronto per quanto riguarda l’approccio multimodale all’interno della regola dell’evidenza scientifica. Per questa ragione abbiamo già organizzato alcune iniziative pubbliche di valore informativo, tra le quali l’importante Tavola Rotonda Internazionale che si è tenuta nel febbraio 2008 (e durata diverse ore) intitolata “la Sindrome di Tourette e le altre sindromi” la quale ha messo a fuoco il fenomeno dell’iperconnettività nelle diverse sindromi. Questa tavola rotonda ha messo in comunicazione ricercatori di diverse università: Milano, Pavia, Cagliari, Los Angeles e Philadelfia.

Nel proseguire le nostre attività abbiamo in cantiere altre due importanti iniziative, alle quali vogliamo invitare i tecnici e gli operatori, nonché i familiari:

Sabato 18 ottobre, h. 14,30 si terrà un incontro sul tema dell’organizzazione neurologica (normale e disfunzionale) e del rapporto esistente tra i riflessi motori arcaici e la maturazione nervosa post-natale, con particolare riferimento ai disturbi dello sviluppo e dell’apprendimento: quadri e possibili terapie. Saranno presenti esperti, familiari e diverse tipologie di terapisti ed educatori.

L’incontro consiste in una iniziale relazione di presentazione seguita da una interlocuzione con i presenti.

Nel Dicembre 2008 è prevista la seconda tranche della tavola rotonda internazionale (questa volta allargata all’istituto neurologico Besta di Milano), se nella prima tavola rotonda si è trattato delle basi neurologiche dei diversi disturbi (è in preparazione un DVD), in quest’altra si affronteranno temi di carattere metodologico, secondo diverse prospettive integrate:

  • – psico-farmacologica
  • – educativa e neuro-educativa
  • – psico-educativa
  • – psico-terapeutica
  • – neuro-riabilitativa.

Alle due iniziative, con libero ingresso, possono partecipare tutti gli operatori a diverso titolo operanti con la disabilità e le difficoltà di apprendimento, oltreché i familiari di persone in carica ai servizi. Hanno già aderito numerose associazioni e operatori di diverse professionalità (Educatori, Psicologi, terapisti della riabilitazione e specializzandi in neuropsichiatria).

FIRMATO:

Gianfranco Morciano

By | 2016-11-13T17:30:38+00:00 luglio 21st, 2008|Categories: Eventi|Commenti disabilitati su AST-SIT – Incontro informativo

About the Author: